fbpx

NEWS

17 Lug

Ospedale San Carlo a Milano

Ospedale San Carlo a Milano

Eccellenza sanitaria Ospedale San Carlo Milano 

a soli 5 minuti da noi

contattaci per per prenotare un pernottamento

cell 335/1002086

A San Siro 75

 

Contattaci, noi del Bed and Breakfast A San Siro 75 siamo super collegati a Ospedale San Carlo.

 

Potete parcheggiare la vostra auto nel nostro box auto e prendere comodamente autobus numero 49. 

 

10 minuti e sarete arrivati!

  

Ospedale San Carlo di Milano fa parte dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Santi Paolo e Carlo (ASST SSPC) insieme a Osp. San Paolo di Milano.

 

Quindi ASST è un’azienda sanitaria che comprende questi due presidi ospedalieri, ed  opera per conto del Sistema Sanitario Regionale.

 

Ospedale San Carlo e’ un punto di riferimento preciso e non sostituibile per l’area ovest della metropoli milanese. 

 

Molti sono i valori ai quali si orienta Ospedale San Carlo di Milano.

 

Il paziente come persona e il suo bisogno di salute sono un bene prioritario per questo ospedale. 

I servizi principali vengono erogati anche attraverso una costante attività formativa.

Anche attraverso l’innovazione a tutti i livelli.

L’innovazione è utile per rispondere alle nuove esigenze dei pazienti in campo sanitario. 

Ospedale San Carlo utilizza una stretta integrazione tra le attività di diagnosi e cura.

Pertanto questo ospedale porta avanti le attività di ricerca scientifica e di insegnamento di base e avanzato nell’ambito della convenzione con l’Università degli Studi di Milano.

Questo ospedale e’ dotato di un centro per l’assistenza materno – neonatale e pediatrico.

Infatti gli consente di posizionarsi come volume di attività quale terzo Punto nascita della Città di Milano.

IRC (Italian Resuscitation Council), Gruppo Italiano per la Rianimazione Cardiopolmonare, nasce nell’ottobre del 1994 con lo scopo primario di diffondere la cultura e l’organizzazione della rianimazione cardiopolmonare in Italia.

Contattaci, ripartiamo in piena sicurezza!

 

 

Leave a Reply